La Descrizione di un Attimo

      Avrete ormai capito che ci piace citare canzoni apparentemente a caso, e state per capire anche che adoriamo fermare il flusso delle cose per un solo istante. Tutti noi conserviamo come tesori ricordi indissolubili legati a quell’insieme di pentagoni ed esagoni che prende la forma di un pallone, e all’occorrenza ne sappiamo assaporare a goccia a goccia il nettare. La Descrizione di un Attimo vuole farvi riaffiorare vecchie memorie, a volte belle ed a volte brutte, che rimarranno sempre a fuoco nelle vostre menti, avvenimenti che si possono circoscrivere nell’arco di un paio di ore al massimo, anzi, che molto spesso bruciano in due soli secondi per poi riecheggiare nell’eternità.

Incredibile Visu

      Per quanto sia la frase più banale che mai leggerete su queste pagine, quella che segue è probabilmente anche la sola legge universalmente vera nel mondo del calcio: la palla è rotonda. Per quanto una squadra possa essere favorita, ogni partita per essere vinta deve prima essere giocata, e può persino accadere che Massimo Oddo riesca a far sembrare Cristiano Ronaldo un pivello, che Moreno Torricelli solchi imperterrito per novanta minuti una fascia coperta da Davids e Bogarde o che una Premier League venga decisa all’ultimo minuto.Incredibile Visu vuole raccontare storie a cui, se non sapeste fossero vere (ve ne daremo le prove, giuriamo), probabilmente non credereste mai.

Il Secondo Secondo Me

      (Che vi sia ben chiara una cosa: ogniqualvolta sarà possibile per noi fare un qualsivoglia riferimento ad un film, ad una canzone, ad un libro o ad un programma demenziale anni ’90, noi lo faremo. Mettetevi il cuore in pace.) Quando un secondo è persino un tempo troppo lungo: questo potrebbe essere il sottotitolo a questa sezione. Una foto, un protagonista (che noi spesso ignoreremo). Gli istanti più famosi su di un rettangolo verde visti da un’altra prospettiva, dentro un altro vestito. Il Secondo Secondo Me, e non vi sveliamo di più.